Preventivo assicurazione auto: quali documenti occorrono?

Preventivo assicurazione auto: quali documenti occorrono?

Auto protetta da mani

La scelta del preventivo per l’assicurazione auto è un passaggio decisivo quando si decide di comprare una nuova vettura o quando si sceglie semplicemente di cambiare compagnia assicurativa. Occorre infatti essere adeguatamente preparati, così da non scegliere solo in base al prezzo ma anche ai vantaggi che un tipo di polizza può portare rispetto ad altre. È dunque necessario sapere che cos’è esattamente un’assicurazione per auto e quali sono i documenti necessari per stipularne una.

Assicurazione auto: che cos’è

La polizza RC Auto (Responsabilità Civile Autoveicoli) è un contratto assicurativo stipulato con la compagnia di assicurazione e che copre i danni causati a persone o ad altri veicoli quando si usa l’automobile. L’assicurazione per auto prevede il pagamento di un premio periodico da parte del contraente: in cambio, la compagnia assicurativa assicura di coprire i danni fino ad un massimale prestabilito e concordato preventivamente con il cliente stesso. Il massimale minimo garantito è di 6.07 milioni di euro per i danni alle persone e di 1,22 milioni di euro per quelli alle cose: oltre a queste cifre sarà il contraente a pagare i danni con il proprio patrimonio.

La polizza RC Auto è obbligatoria per legge ed è attiva anche quando il veicolo è in sosta mentre può non essere stipulata unicamente quando la vettura non viene utilizzata ed è custodita in un luogo privato, come il garage. La mancanza di questo documento, comunque, viene sanzionata con una multa tra gli 868 e i 3.471 euro e con il sequestro del veicolo. È opportuno ricordare che la RC Auto non copre i danni subiti dal contraente: per questo motivo si può stipulare un ulteriore contratto con la compagnia assicurativa, ovvero la polizza infortuni conducente.

Preventivo assicurazione auto: come funziona e quali sono i documenti necessari

Prima di stipulare un contratto con una compagnia assicurativa è consigliabile valutare diverse opportunità, così da scegliere la polizza RC Auto più vantaggiosa e conveniente: per questo occorre richiedere diversi preventivi, esaminando attentamente quali sono quelli più proficui.

Per richiedere un preventivo per l’assicurazione dell’auto è necessario presentare alcuni documenti che sono:

  • Attestato di rischio;
  • Codice fiscale;
  • Libretto di circolazione del veicolo;
  • Documento di identità.

In particolare, l’attestato di rischio è un documento che riassume lo storico assicurativo dell’intestatario di una polizza RC Auto e riporta il numero di sinistri con colpa avvenuti negli ultimi 5 anni, oltreché il grado di responsabilità del proprietario attribuito dalla compagnia assicurativa. Dal luglio 2015 l’attestato di rischio è diventato elettronico e può essere dunque consultato comodamente online.

Per richiedere un preventivo per l’assicurazione dell’auto è sufficiente accedere al sito online della compagnia e inserire i dati richiesti: in questo modo si può ottenere un preventivo in maniera rapida e gratuita. In alternativa, nel caso in cui si volesse un confronto più approfondito, si può fare visita alla filiale più vicina a sé.

Come si calcola l’importo del preventivo assicurazione auto?

Infine, occorre analizzare dettagliatamente quali sono i parametri con cui viene determinato il premio assicurativo calcolato dal preventivo. I principali parametri sono:

  • Classe di merito: si tratta di un criterio presente nell’attestato di rischio e che viene calcolato in base al numero di incidenti provocati dall’assicurato. La classe di merito è rappresentata in una scala che va dall’1 al 18, dove 1 indica i guidatori più virtuosi mentre 18 quelli coinvolti in un grande numero di incidenti e per i quali, ovviamente, il premio assicurativo sarà più alto;
  • Età del proprietario: è ormai noto, infatti, che per i neopatentati il premio assicurativo è maggiore a causa della loro inesperienza e, quindi, dal più alto rischio che essi corrono di provocare incidenti;
  • Località di residenza: il premio assicurativo varia anche in base alla zona di residenza del guidatore poiché esistono alcune località in cui si verifica un maggior numero di sinistri;
  • Caratteristiche veicolo: infine, l’importo da pagare per sottoscrivere una polizza RC Auto cambia anche in base al tipo di vettura, ovvero al modello, al valore e all’età del mezzo.

Quando si decide di stipulare una polizza RC Auto è dunque necessario tenere in considerazione tutti questi aspetti e confrontare diversi preventivi per scegliere l’assicurazione per auto più vantaggiosa.